Attività aerobica, è davvero necessaria?

Personal Training

Oggi volevo fare un po’ di chiarezza sui veri motivi per cui si ingrassa.

Ingrassare e/o dimagrire è davvero così legato all’attività fisica che svolgiamo?

Consapevoli o meno, utilizziamo costantemente analogie per imparare, pensare e comunicare. Naturalmente, anch’io le uso frequentemente durante i miei corsi alla HITA (High Intensity Training Academy).

Un’analogia che spesso utilizzo è quella della barca che affonda mentre si cerca di salvarla usando un bicchiere nel tentativo di eliminare l’acqua che entra dalla voragine che si è formata nella scafo.

Aerobica e cattiva alimentazione

Questa analogia è perfetta per coloro che cercano di compensare gli effetti di una cattiva alimentazione attraverso un numero “infinito” di sessioni cardio (aerobica).

Esemplificando la parabola della barca che affonda.

Pensa ad una barca con uno squarcio nello scafo che sta affondando lentamente. La soluzione immediata, a breve termine, potrebbe essere di tentare di ributtare l’acqua a mare con un bicchiere. Questa operazione, ovviamente, non è risolutiva e può solo ritardare l’inevitabile affondamento. Magari, se fossi estremamente rapido potresti anche quasi riuscire a gettare a mare tanta acqua quanta ne entra rallentando così l’inevitabile.

Tuttavia piano piano la barca continua ad affondare. Inoltre, tutto il tempo disponibile viene impiegato a svuotare la barca dall’acqua che continua inesorabilmente ad entrare e non hai più tempo di usarla per navigare.

Qual’è la morale: l’acqua chiaramente è un’analogia per tutte quelle porcherie che introduci giornalmente (alcol, cibi ultra raffinati, dolci, etc). Il tuo corpo non ce la fa più, è in balia di continui dismetabolismi e di uno stato infiammatorio latente che ti porta progressivamente ad ingrassare (affondi progressivamente).

Con l’uso del bicchiere (cardio) si mette un cerotto alla voragine in modo da rallentare l’entrata dell’acqua (accumulo di grasso corporeo).

Ovviamente il bicchiere (cardio) non può essere la risposta. Il problema è la voragine aperta nello scafo (quello che ingurgiti ogni giorno).

Riprendi il controllo della tua vita

Devi chiudere il buco se vuoi che la barca non affondi e allo stesso tempo riprendere in mano i il controllo della tua vita. Nel mio ultimo libro sull’Anti aging Elisir discuto il problema ampiamente e fornisco le soluzioni alimentari necessarie.

Quando c’è un problema o qualcosa sta andando male tendiamo a cercare una soluzione semplice ed immediata, spesso non affrontando le cause reali.

E’ invece importante affrontare il prima possibile le cause delle nostre sventure in modo da risolvere il problema alla radice.

Usare un bicchiere per salvare la barca dall’affondare è una soluzione a breve termine che non risolve il problema, così come fare ore aerobica nel tentativo di bilanciare un’assunzione di alimenti non in linea con i nostri obiettivi e/o la nostra spesa calorica giornaliera.

Cerca di concentrarti sul quadro che hai di fronte e non sui particolari in modo da mettere in campo tutti i cambiamenti necessari atti a migliorare il tuo stile di vita in conformità con gli obiettivi estetici e di salute che ti sei posto.

A volte si necessitano cambi radicali nelle nostre vite. Continuare ad usare cerotti nel tentativo di fermare un’emorragia massiccia non è la soluzione e può solo rallentare i tuoi progressi (nel breve, nel medio/lungo potrebbe diventare dannoso) dandoti l’illusione di fare la cosa giusta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *